top of page
Search
  • Writer's pictureLorenzo Berselli

Bonus 150 euro per i Lavoratori dipendenti

Il decreto Aiuti ter (D.L. n. 144/2022) ha previsto che a partire dal mese di novembre sarà erogato un nuovo bonus. In sostanza una forma d’indennità erogata una tantum, dall’importo netto di 150 euro che non impatterà sul reddito, non sarà cedibile, sequestrabile o pignorabile. Un’erogazione molto simile a quella dei 200 euro stanziata in primavera e riconosciuta con la competenza di luglio 2022.


Come funziona per i lavoratori dipendenti?


I lavoratori dipendenti, ad esclusione di quelli titolari di un rapporto di lavoro domestico, che avranno una retribuzione lorda per il mese di competenza novembre 2022, non eccedente l'importo imponibile di 1.538 euro, avranno diritto a tale indennità.


Il lavoratore per averne diritto dovrà presentare una dichiarazione al datore di lavor nella quale specificherà, di non essere titolare di prestazioni pensionistiche o di averlo ricevuto da altro datore e di non essere beneficiario del bonus in quanto pensionato o perché il nucleo familiare è destinatario del reddito di cittadinanza. L’indennità è riconosciuta anche nei casi in cui il lavoratore sia interessato da eventi con copertura di contribuzione figurativa integrale dall'INPS.


Dal calcolo saranno esclusi:


- i trattamenti di fine rapporto comunque denominati;

- il reddito della casa di abitazione;

- le competenze arretrate sottoposte a tassazione separata.


Risulta probabile che il Governo prorogherà il “bonus 150 euro” per un altro mese.

Lo Studio metterà a disposizione un’ulteriore circolare con tutti i dettagli riguardanti alle modalità operative per la richiesta, anche per i pensionati ed i liberi professionisti.



136 views0 comments

Recent Posts

See All

Comentários


bottom of page