top of page
Search
  • Writer's pictureLorenzo Berselli

Cosa sono le Scale-up (definizioni e modelli) in sintesi

La Scale-up è un’evoluzione della Startup, sempre più presente anche in Italia. Si tratta di una società innovativa che definisce chiaramente il prodotto e il servizio attraverso un modello di business scalabile e ripetibile.


Sono due le definizioni più utilizzate per descrivere la Scale-up:

  • La Scale-up è un’azienda che è riuscita a superare la fase della Startup creando un modello di business scalabile e ripetibile, ha una crescita annua del 20% nell’ultimo triennio e possiede almeno 10 dipendenti;

  • Si considerano Scale-up le Startup in crescita che, nei primi cinque anni di vita, abbiano raggiunto l’equivalente di 10 milioni di dollari di fatturato.

Queste due definizioni hanno in comune la seguente caratteristica: la Scale-up rende scalabile il suo modello di business e ha come obiettivo una crescita continuativa.


Le Scale-up hanno alcune caratteristiche:


  • Visione vincente: attraverso un concetto di business ambizioso e innovativo, si risolve un bisogno ampio e urgente;

  • Modello scalabile: rendimenti crescenti, dinamiche virali di vendita, miglioramento attraverso l’uso dell’economia di scala;

  • Mercato ottimo: le dimensioni, la crescita e i margini del settore sono elementi favorevoli per poter scalare;

  • Clienti entusiasti: il fatto che le persone acquistino il prodotto appena messo sul mercato, e quindi velocemente, soddisfa una necessità urgente.


La principale distinzione tra la Scale-up e la Startup è rappresentata dal fatto che la seconda si trova in una fase iniziale della sua crescita, con la caratteristica di essere in un grande stato di incertezza e in un modello di business ancora non definito. Invece, la Scale-up ha già trovato un modello di business ripetibile e scalabile, il suo obiettivo è l’ulteriore crescita del modello identificato.


Secondo indici economici e di studio, la Startup si evolve, diventa Scale-up e successivamente Scaler, sulla base dello sviluppo e dei numeri che raggiunge. Vengono così distinti i tre tipi di organizzazione, secondo l’evoluzione:


  • Startup: ha prodotto tra i 500 mila e un milione di euro di investimenti o di fatturato.

  • Scale-up: ha raccolto tra 1 e100 milioni di euro di fatturato o di investimenti.

  • Scaler: ha un fatturato di oltre 100 milioni di euro. Infatti, uno degli obiettivi della Scale-up è diventare una Scaler, ovvero una società che ha superato tutte le fasi, è cresciuta al massimo delle sue possibilità e deve occuparsi di mantenere la sua posizione.

Il passaggio da Startup a Scale-up non è semplice e non sempre va a buon fine. Secondo alcuni studi, solo una Startup su 200 riesce a diventare Scale-up. Infatti, è necessario trovare una giusta strategia di crescita e implementarla. Gli elementi comuni del percorso di crescita ed evoluzione delle Startup sono:


  • Strategia: è necessario definire una strategia chiara, con l’obiettivo di crescita nel minor tempo possibile.

  • Personale: devono essere scelti in maniera adeguata i collaboratori della Startup poiché questo permetterà di aumentare le probabilità di crescita.

  • Esecuzione: è necessario che tutti i processi interni diventino ad alta ripetibilità, in modo tale da rendere l’esecuzione molto più efficiente.


Guardando al panorama italiano, sono circa 180 le Scale-up presenti, poco più del 3% del totale presente in Europa: possiamo intendere che le Scale-up in Italia non sono molto diffuse.


Nella classifica europea, l’Italia si trova all’undicesimo posto, mentre Regno Unito, Francia e Germania si trovano in una posizione più alta perché sono paesi dove queste realtà sono numerose e hanno trovato un ecosistema che le favorisce.


La concentrazione di Scale-up sul territorio della Comunità Europea: Parigi concentra il 72% delle Scale-up francesi, Londra il 69% di quelle del Regno Unito, mentre Milano poco più del 40% di quelle italiane (circa 80 Scale-up su 180), con la comparsa di tanti centri minori (più del 50%) sparsi sul territorio italiano.


In Italia sono le aziende e-commerce a rappresentare maggiormente le Scale-up, raccogliendo circa 150 milioni di euro in capitali.




Comments


bottom of page