top of page
Search
  • Writer's pictureLorenzo Berselli

Decreto Lavoro e Welfare

Solo per il 2023, in deroga alle previsioni vigenti, non concorrono a formare il reddito, nel limite complessivo di 3.000 euro, le somme erogate o rimborsate ai lavoratori subordinati dai datori di lavoro, per il pagamento delle utenze domestiche del servizio idrico integrato, dell’energia elettrica e del gas naturale.


L’agevolazione è prevista solo per il valore dei beni ceduti e dei servizi prestati ai lavoratori dipendenti con figli, compresi i figli nati fuori del matrimonio riconosciuti, i figli adottivi o affidati.


Per l’applicazione degli strumenti di welfare di cui sopra, il lavoratore o la lavoratrice dipendente dovrà dichiarare attraverso specifica comunicazione al datore di lavoro di avervi diritto, indicando tra le altre, il codice fiscale dei figli.


Per poter fruire di tale agevolazione, i datori di lavoro dovranno provvedere all’invio di un’informativa alle rappresentanze sindacali unitarie, laddove presenti.


La misura prevista è diversa, rispetto a quella immaginata per l’anno 2022, in quanto non sarà universale, bensì specifica e circostanziata ad una certa tipologia di lavoratori.






Recent Posts

See All

Comments


bottom of page